CONSULENZA PSICOLOGICA:

la psicologa coordina tutte le attività del Centro. E’ disponibile per colloqui individuali o di gruppo con i ragazzi e i loro genitori su appuntamento.

 

 

 

MUSICOTERAPIA:

La Musicoterapia ha come oggetto d’intervento la capacità comunicativa innata, presente in ogni essere umano, e utilizza i suoni che ci appartengono e che vanno a caratterizzare la nostra intelligenza, motricità, affettività.

Il SUONO diventa così “veicolo di relazione” e consente di sviluppare l’espressività generale della persona in una dimensione fluida, gratificante e ludica.

 

OBIETTIVI:

  • Acquisire e/o riacquistare abilità psicomotorie e intellettive

  • Offrire occasioni di relazione tramite processi non verbali.

  • Intervenire su modalità comportamentali di “chiusura”

  • Favorire la libera espressione delle emozioni

  • Sperimentare lo spazio circostante attraverso la propria sensorialità e motricità

  • Canalizzare comportamenti aggressivi verso espressioni creative

  • Apprendere una percezione di sé ricercando il proprio mondo sonoro

LABORATORIO “IMPARIAMO AD IMPARARE CON IL METODO FEUERSTEIN”:

Il Metodo Feuerstein è volto a sviluppare le capacità del bambino di rispondere al cambiamento stimolando il processo dell’imparare ad imparare. Si propone di affrontare le difficoltà di apprendimento, potenziare le abilità cognitive, promuovere lo sviluppo dell’autonomia e delle capacità di valutazione. Il Metodo, centrato sull’ascolto, privilegia la riflessione sui processi mentali, piuttosto che la trasmissione di contenuti.

 

OBIETTIVI:

  • Considerare più fonti di informazione

  • Promuovere il controllo dell’impulsività e la diminuzione del comportamento per prove ed errori

  • Stimolare la pianificazione del proprio comportamento

  • Promuovere la capacità di valutare il lavoro svolto

  • Favorire l’autostima

ARTETERAPIA:

L’arteterapia offre la possibilità di esprimersi liberamente ed in modo piacevole utilizzando il linguaggio dell’espressione artistica, stimola la creatività e la capacità di comunicazione, favorisce, attraverso la conoscenza e l’utilizzo dei materiali artistici, il processo di trasformazione e di crescita individuale. La relazione che si instaura con l’arteterapeuta diventa capace strumento di facilitazione dell’espressione, di lettura dei bisogni e delle situazioni emotive, nonché “ambiente” privilegiato di sviluppo e cambiamento.

 

OBIETTIVI:

  • La creazione di uno spazio protetto in cui bisogni, tensioni ed energie possano trovare uno sbocco tramite la creazione artistica. Il rinforzo del sé e dell’autonomia attraverso la risignificazione dell’esperienza con i materiali artistici.

  • Il rinforzo delle capacità cognitive attraverso l’acquisizione di nuove abilità

LOGOPEDIA:

programma di Intervento Precoce (entro l’anno di vita) per migliorare la fonetica e consentire l’ottenimento di risultati più evoluti nelle fasi di intervento logopedico successivo. Programma “Drezancic” (dopo l’anno di vita) con interventi differenziati per fasce di età.

 

Programma di Intervento Precoce (età’: 0 – 1 anno)

La sfavorevole struttura orale (lingua “in fuori”) e l’atteggiamento scorretto di labbra e lingua tipico del bambino Down contribuiscono alla difficoltosa acquisizione fonetica e comprensibilità del suo linguaggio. Il trattamento logopedico precoce, attraverso la terapia miofunzionale della lingua e dei muscoli orofacciali e il contestuale ripristino della respirazione nasale, consente di migliorare la fonetica. Questa accresciuta capacità si rivelerà un elemento imprescindibile per l’ottenimento di risultati più evoluti nelle fasi di sviluppo e di intervento logopedico successivo.

 

OBIETTIVI:

  • Intercettare e intervenire sulla problematica respiratoria e deglutitoria fin dalle prime tappe dello sviluppo

  • Insegnare la posizione mandibolare di riposo corretta

  • Trasferire ai genitori tecniche di massaggio dei muscoli orofacciali

  • Migliorare le modalità di masticazione e deglutizione del cibo

Programma “Riabilitazione Comunicativa Drezancic” (età’: oltre l’ anno)

Il Metodo è nato negli anni '60 per opera della Prof.ssa Drezancic, che ha intuito le potenzialità della voce cantata quale ambito in cui trovare mezzi per aiutare la demutizzazione dei bambini sordi profondi ed in particolare aiutarli ad avvicinarsi di più ad un ritmo linguistico "normale". Le esperienze hanno poi consentito di estendere con risultati eccellenti l’applicazione del metodo anche ai bambini con Sindrome di Down. Il Metodo Drezancic, che si avvale di quattro programmi diversi a seconda delle fasce di età, è il tipo di riabilitazione comunicativa proposta ai nostri bambini a partire dall’anno di vita.

 

OBIETTIVI:

  • Sensibilizzazione all’ascolto e alle prime imitazioni vocali tramite i giochi fonici

  • Riconoscimento uditivo degli stimoli e pronuncia delle prime parole

  • Stimolazione dei suoni del linguaggio attraverso le strutture fonetico-ritmiche

  • Introduzione delle prime frasi: strutturazione e correzione

  • Controllo della voce e del tono

GRUPPO AUTONOMIA:

Rivolto a ragazzi e adulti in piccolo e medio gruppo ha lo scopo di attuare meccanismi di autonomia in tutti gli ambiti della vita sociale.

 

 

 

 

TEATRO:

Attività di gruppo volta a sviluppare cognitività, conoscenza e riproduzione di fatti attraverso il movimento e la voce. E’ un laboratorio di emozioni dove i ragazzi scoprono realtà e fantasia, musica e silenzio.

 

 

EDUCATIVA DOMICILIARE:

Programma educativo individualizzato svolto a domicilio, concordato con le famiglie e la scuola.

Comprende attività ricreative, di doposcuola e per l’autonomia.

 

 

 

PSICOMOTRICITÀ:

Attività individuale o in piccoli gruppi. Attraverso esercizi corporei e attività ludiche il bambino scopre il piacere del movimento e migliora la funzionalità del proprio corpo stimolando l’apprendimento cognitivo e motorio.

 

NUOTO:

Presso la piscina comunale di Asti in corsi individuali o di gruppo.